La Luna influenza la meteorologia?

 

 

Cosa sostengono i lunofili ?

 

Secondo una credenza diffusa il tempo atmosferico che si manifesta nei  giorni immediatamente successivi alla luna nuova sarebbe indice della tendenza meteorologica anche del periodo successivo, fino alla successiva luna nuova.

Mi spiego meglio con un esempio: se i 5 giorni successivi alla luna nuova (che da ora in poi chiamerò “giorni di marca”) sono all’insegna del bel tempo e dell’assenza di pioggia, è assai probabile che anche i successivi 24 giorni, ossia i giorni che mancano alla successiva luna nuova, siano anch’essi soleggiati e senza precipitazioni. Viceversa, se i giorni di marca sono brutti e piovosi, bisognerà aspettarsi che anche i successivi 24 giorni siano caratterizzati dal brutto tempo e dalle precipitazioni!

 

Quanto sostenuto corrisponde al vero?

 

Per poter rispondere a questa domanda in modo sicuro ho eseguito un’analisi statistica su alcuni dati meteorologici  in mio possesso. Si tratta in particolare dei dati di temperatura umidità e precipitazioni raccolti nel periodo 1993/2002 dalla centralina meteorologia ci Bra(CN)  (quota centralina 285m, latitudine N 44°42’08”, longitudine E 07°51’09”).

 

Ho lavorato su una cartella di lavoro di microsoft Excel. Il file .xls è scaricabile ciccando qui!

 

Per ogni ciclo lunare mi sono concentrato sui giorni di marca. Di questi 5 giorni ho calcolato la media della temperatura, dell’umidità, delle precipitazioni e dei giorni di pioggia. Ho in seguito eseguito la stessa operazione con i dati relativi ai giorni “non di marca” (ossia i 24 giorni seguenti).

Per ogni ciclo lunare, poi, ho confrontato le due medie (quella relativa ai giorni di marca e quella degli altri giorni) ottenendo così la differenza (in valore assoluto) tra le due. Sottolineo che minore è questa differenza, maggiore è la precisione della previsione; viceversa, differenze elevate indicano condizioni meteo molto diverse tra i giorni di marca e i successivi 24.

Infine ho fatto la media delle differenze relative a tutti i cicli lunari che hanno avuto luogo tra il 1993 e il 2002 (un centinaio!!).

 

Le differenze medie ottenute sono le seguenti:

 

Temperatura

Umidità

Precipitazioni

Giorni di pioggia

2,381°

9,334%

2,606mm

0,254

 

Sulla base di questi soli dati è però difficile formulare una conclusione. Non abbiamo infatti nessun metro di paragone!!

 

Per ottenere questo “metro di paragone” ho rifatto le operazioni descritte precedentemente utilizzando però un ciclo lunare posticipato di un giorno rispetto alla realtà. I risultati ottenuti sono praticamente invariati rispetto a quelli precedenti. Ho ripetuto il procedimento posticipando il ciclo lunare di 2, 3, 4 … 28 giorni e anche in questi casi i risultati ottenuti mostrano sempre gli stessi valori.

Nella tabella seguente sono riportati i valori ottenuti indicando con il termine “sfasamento” il numero di giorni di cui il ciclo lunare reale è stato posticipato.  Ricordo che a  sfasamento=0 corrisponde il ciclo lunare autentico!

 

 

Sfasamento

Temperatura

Umidità

Precipitazioni

Giorni di pioggia

0

2,3812

2,3335

2,6064

2,5434

1

2,5730

2,2822

2,5870

2,4513

2

2,6523

2,1333

2,5690

2,3764

3

2,6481

2,0200

2,5475

2,2422

4

2,7021

1,8792

2,2644

2,0947

5

2,6755

1,8943

2,1006

1,9729

6

2,6090

1,9677

2,0578

2,0848

7

2,4518

1,9832

2,1633

2,1474

8

2,3127

2,1362

2,1967

2,1574

9

2,1983

2,2738

2,1210

2,0613

10

2,1996

2,3412

2,0802

1,9779

11

2,1792

2,3713

1,9113

1,9658

12

2,1577

2,3562

1,8790

1,9793

13

2,3062

2,2142

1,7651

1,8540

14

2,3153

2,2332

1,8397

1,9608

15

2,2585

2,1100

2,1267

2,1175

16

2,3597

2,0832

2,2288

2,2301

17

2,3812

2,0370

2,5218

2,2158

18

2,3707

1,9969

2,6471

2,0748

19

2,3605

1,8850

2,2764

2,0399

20

2,3770

2,0795

2,0849

1,8369

21

2,3186

2,4016

2,3670

1,9544

22

2,3358

2,4827

2,2856

2,1489

23

2,3485

2,5194

2,3332

2,1880

24

2,3516

2,5207

2,3042

2,3725

25

2,4371

2,5926

2,4778

2,3682

26

2,5039

2,6027

2,3141

2,3248

27

2,4763

2,4339

2,3074

2,3884

28

2,3773

2,3486

2,2646

2,2938

 

NB. Le differenze relative all’umidità sono stati tutti divisi per un fattore 4, mentre quelle relative ai giorni di pioggia sono state moltiplicate per un fattore 10. Queste due operazioni servono a facilitare il confronto ma non influiscono nell’analisi dei dati.

 

Come si evince dalla tabella le differenze relative al ciclo lunare vero e a quelli inventati sono perfettamente confrontabili!!! Se la teoria della luna fosse corretta le differenze in corrispondenza allo sfasamento=0 dovrebbero essere molto più basse delle restanti, ma così non è!!

 

Per meglio rendere l’idea ho anche creato un grafico (differenze in funzione dello sfasamento) relativo alla tabella qui sopra:

 

 

 

 

 

La conclusione è che quindi, nel periodo maggio 1993 – dicembre 2002 nella zona di Bra (CN) la luna non ha avuto alcuna influenza su temperatura, umidità, precipitazioni e giorni di pioggia.

Può darsi che la Luna “abbia deciso” di non influenzare il meteo solo in quel posto e solo in quel periodo…ma risulta un po’ difficile da credere, no?

 

 

 

à Guida all’interpretazione del file .xls

 

La cartella di lavoro è divisa in due fogli: dati e prima elaborazione e seconda elaborazione. Analizziamo ora il primo.

 

Organizzazione dei dati

Nella colonna più a sinistra (la B) sono state inserite le date. Nella colonna D sono presenti i dati relativi alla temperatura espressa in gradi centigradi (Te), nella colonna E l’umidità in percentuale (Um), nella colonna F le precipitazioni in mm di pioggia (Pr) e nella colonna G un numero (Pr SN) che indica se in quel determinato giorno vi sono state o meno precipitazioni (se è piovuto la cella assume valore 1, altrimenti 0)

 

Calcolo fasi lunari

Le colonne I e J sono utilizzate per calcolare le fasi lunari. In particolare la prima colonna (Ln) indica il reale ciclo lunare (il numero 1 corrisponde alla luna nuova) mentre la seconda (Gm) è legata allo sfasamento e rappresenta quindi le fasi lunari cosiddette fittizie! Se l’utente modifica il valore dello sfasamento agendo sulla cella AI3, può ricreare sia tutti i 28 cicli lunari fittizi sia quello vero (se imposta slittamento = 0) .

 

Giorni di marca

Per ogni ciclo lunare, viene calcolata la media di temperatura, umidità, precipitazioni e giorni di pioggia relativa ai 5 giorni di marca. Tali medie sono visibili rispettivamente nelle colonne L, M, N e O.

 

Giorni “non di marca”

Analogamente, per ogni ciclo lunare, si calcolano le varie medie relativi ai 24 giorni successivi ai giorni di marca. Tali medie sono visibile nelle colonne Q, R, S e T.

 

Calcolo delta

Per ogni ciclo lunare viene calcolata al differenza (il delta) tra le medie relative ai giorni di marca e quelle ai giorni “non di marca”. Tali differenze sono visibili nelle colonne X, Y, Z e AA.

 

Calcolo delta medi

A questo punto vengono calcolate le medie dei delta (di temperatura, umidità, precipitazioni e giorni di pioggia) relativi all’intero periodo 1993-2002 e queste 4 medie sono visibili rispettivamente nelle celle AC4 ,AD4, AE4 e AF4.

 

Nel foglio successivo (seconda elaborazione) troviamo la tabella indicante i 4 delta in funzione dello sfasamento delle fasi lunari. La stessa tabella ed il relativo grafico sono riportati anche più in alto in questa stessa pagina.

 

 

Conclusione?? La Luna non ha effetti sulle precipitazioni, sulla temperatura e sull’umidità…